Crea sito

Nissan BladeGlider, supercar a emissioni zero

Nissan BladeGlider, supercar a emissioni zero: l’auto elettrica fa il pieno di emozioni

Nissan BladeGlider – Chi ha detto che l’auto a zero emissioni deve per forza essere noiosa? Chi ha detto che i motori elettrici sacrificano le emozioni sull’altare della razionalità? No certo la Nissan, che in Brasile ha dimostrato esattamente il contrario con BladeGlider, prototipo marciante che in un certo senso rappresenta la conclusione del cammino verso le performance eco-compatibili inziato con le concept car presentate al Salone di Tokyo del 2013.

Carlos Ghosn, presidente del gruppo giapponese, nonché dell’Alleanza con Renault, ha trovato la sintesi ideale per definire BladeGlider e la filosofia che ha portato al suo sviluppo: «Una vettura elettrica per chi ama le auto». In effetti, l’elevato livello di adrenalina che è in grado di sprigionare traspare già dallo stile, estremo al limite della provocazione, di questa vettura dalla configurazione davvero rivoluzionaria, pienamente coerente con il concetto di mobilità intelligente che ispira il cammino di Nissan verso il futuro dell’automobile.

L’architettura del veicolo presenta molti elementi rivoluzionari come la differente ampiezza delle carreggiate (quella anteriore più stretta, a vantaggio dell’efficienza aerodinamica e della stabilità in marcia), la linea di cintura alta, le porte a diedro incernierate posteriormente che agevolano l’accesso all’abitacolo dall’insolita configurazione a tre posti (quello dei guidatore più avanzato di quelli affiancati riservati ai passeggeri), il tetto parzialmente aperto con il grande parabrezza avvolgente e la protezione antiribaltamento integrata.

Sulla stessa falsariga di innovazione spinta troviamo la disposizione di comandi e strumenti, montati sul volante al cui centro è installato il grande display a colori che trasmette al pilota le informazioni più importanti come la velocità, lo stato di carica e la modalità di rigenerazione della batteria. I due altri display che lo affiancano certificano invece l’addio ai classici specchietti retrovisori: vi sono infatti proiettate la immagini di tutto ciò che accade posteriormente, riprese dalle telecamere montate appena dietro le ruote anteriori.

Per quanto riguarda gli aspetti dinamici, BladeGlider è una vettura al 100% elettrica, spinta da una coppia di motori da 130 kW ciascuno, uno per ogni ruota posteriore. Per chi ha più familiarità con i cavalli, sono 270 quelli sui quali può contare il BladeGlider per superare i 190 km orari di velocità massima ma soprattutto per ridurre a meno di 5 secondi il tempo necessario per raggiungere i 100 all’ora partendo da fermo. La maneggevolezza è amplificata dal “torque vectoring” che ottimizza la distribuzione della coppia tra le ruote motrici e che, essendo progettato per migliorare l’esperienza di guida più che per governarla, dispone delle modalità disattivato, agile e “drift”, fatta apposta per esaltare il lato emozionale della vettura.

GALLERY